Il Giorno della Memoria

 

In questi giorni abbiamo parlato nelle nostre classi di fatti avvenuti molti anni fa, durante la II Guerra Mondiale, quando i nostri nonni erano piccoli. Fatti brutti e angoscianti. Fatti che ci hanno indotti a pensare. Fatti che hanno avuto a che fare con la morte di persone innocenti e indifese. Si chiamano "la Shoah". 

Ogni anno il 27 gennaio ricordiamo quello che è successo. Si chiama "Zakhor", ricordare per sempre e raccontare. Perché il ricordare e il raccontare ci permettono di capire ciò che è successo e soprattutto ci spingono a lottare perché ciò non si ripeta mai più.

Siamo qua per dircelo fiduciosi: non succederà più! Come mongolfiere partiamo con questo obiettivo verso il cielo blu, ricchi di tante riflessioni, di pensieri, di parole importanti.