Istituto Comprensivo
Statale "A. Cesari"

Castel d'Azzano - Verona

Istituto Comprensivo Statale "A. Cesari" 

scuole dell’infanzia primarie e secondaria Cesari di Castel d’Azzano - scuole primaria e secondaria Balladoro di Povegliano Veronese

Via Marconi, 76 – 37060 Castel d’Azzano (VR)
codice meccanografico vric85900v – codice fiscale 93048380237 - codice fattura elettronica UFINC1 - CODICE IPA istsc_vric85900v

Cari genitori,

stiamo purtroppo assistendo ad un cambiamento rapido della situazione epidemiologica a livello nazionale ma anche locale.

 

Tutti noi siamo chiamati a sacrifici importanti che vedono intere famiglie in difficoltà, anche economica.

Abbiamo chiesto tanto anche ai nostri bambini e alle nostre bambine chiedendo di indossare la mascherina, di non giocare liberamente, di non fidarsi di chi è "vicino".

Le maestre, i professori, i collaboratori stanno lavorando da mesi per garantire la sicurezza dei luoghi in cui i nostri ragazzi trascorrono tante ore. Hanno curato gli spazi perchè fossero sicuri ma anche accoglienti.

 

La Scuola ha dimostrato di essere in grado di gestire le emergenze: anche quando il Covid è entrato nelle classi non si è diffuso, gli alunni sono rimasti al sicuro.

 

Tutto questo è possibile grazie alla dedizione di chi crede nel valore sociale, culturale e civico della Scuola ma anche grazie alle rigide misure di sicurezza adottate e ai genitori che si sono impegnati a rispettarle e a farle rispettare ai propri figli.

 

Ogni volta che il singolo trascura le proprie responsabilità coinvolge e compromette la sicurezza degli altri.

 

 

E' indispensabile continuare a presidiare le nostre aule con costanza e rigore.

E' indispensabile disinfettare le mani.

E' indispensabile mantenere le distanze di sicurezza.

E' indispensabile evitare situazioni che espongono i nostri alunni a rischi aumentati, anche se comporta sacrificare alcune attività.

E' indispensabile che gli adulti entrino a scuola solo se necessario e seguendo le regole.

E' indispensabile indossare la mascherina, monouso e pulita.

 

 

Ma soprattutto è indispensabile poter credere ancora che la Scuola  restarà aperta, porto sicuro della nostra Comunità educante.

 

 

News inserita il: 02/11/2020