Istituto Comprensivo
Statale "A. Cesari"

Castel d'Azzano - Verona

Istituto Comprensivo Statale "A. Cesari" 

scuole dell’infanzia primarie e secondaria Cesari di Castel d’Azzano - scuole primaria e secondaria Balladoro di Povegliano Veronese

Via Marconi, 76 – 37060 Castel d’Azzano (VR)
codice meccanografico vric85900v – codice fiscale 93048380237 - codice fattura elettronica UFINC1 - CODICE IPA istsc_vric85900v

IBAN IT 85 G 05034 59360 000000096909

Martedì 19 marzo è venuto a trovarci in classe il signor Giovanni Todesco, zio del nostro compagno Lorenzo e scopritore del famoso fossile di Scipionyx Samniticus chiamato "Ciro".

E' arrivato con una cassetta di legno piena di oggetti avvolti nella carta di giornale: erano fossili! Abbiamo ammirato pesci di cui si vedevano perfettamente le squame o la lisca, ammoniti, un trilobite e alcuni denti. Il più stupefacente è stato quello di mammut che era piatto, con delle ondine e ... enorme! Chissà quanti ne aveva in bocca! Per ultimi abbiamo osservato la testa di un antenato di pecore e capre (soprannominata da alcuni di noi "la capra carnivora" perché aveva gli incisivi da carnivoro) e un uovo di dinosauro trovato in Francia: gi-gan-te-sco!

Il signor Todesco, dopo averci spiegato come avviene la fossilizzazione di piante e animali, ci ha raccontato come ha salvato dalle ruspe la lastra di pietra che conteneva Ciro (in quel momento ancora non lo sapeva), come l'ha aperta e la sua emozione quando un esperto gli ha detto che si trattava di un dinosauro.

 

 

 

 

 

 

 

"Ciro" è il primo dinosauro italiano, il primo al mondo con le parti molli conservate e il primo esemplare della sua specie (Scipionyx Samniticus): incredibile! Dagli esami a cui è stato sottoposto si è visto che nel suo intestino ci sono la squama di una sardina di nove anni, dei batteri e la zampa di una lucertola più grande di lui (da questo capiamo che i genitori lo nutrivano e lo accudivano). Da una macchia nella pancia e dalla fontanella sul cranio si è capito che era un cucciolo perché sono caratteristiche tipiche dei pulcini. Infine abbiamo ascoltato alcune ipotesi su come Ciro sia finito in mare (in seguito ad un inseguimento o trascinato da uno scroscio di pioggia durante un temporale) e sia annegato.

Alla fine il signor Todesco ci ha mostrato un modellino tridimensionale di Ciro e ci ha perfino fatto l'autografo! E' stato davvero gentile!

Tutti noi vogliamo ringraziarlo di questa emozionante esperienza.

3^ A-B